News

Con ARU rimani sempre aggiornato sui temi di attualità!
20 GIUGNO 2018

Non basta chiedere “scusa”

Servizio: Assessment

Condividi!

Quante volte vi è capitato di far arrabbiare un vostro cliente? O meglio, di fronteggiare un cliente insoddisfatto della vostra consulenza o servizio? Recentemente ho letto un articolo sulla rivista Harvard Business Review proprio su questo e devo dire che l’argomento mi ha fatto riflettere…

Solitamente, la prima regola del servizio clienti – se qualcosa va storto – è scusarsi.

Ma i clienti vogliono soluzioni, non scuse!

L’ideale sarebbe riuscire a concentrarsi per dimostrare quanto energico e creativo sia l’impegno che mettiamo nel cercare di risolvere la questione: è proprio da questo che dipende la soddisfazione del cliente.

In uno studio fatto da Jagdip Singh, di Case Western Reserve, è stato possibile osservare cosa succede esattamente quando un addetto al servizio clienti ha a che fare con un cliente insoddisfatto.

Da questo studio sono emerse due conclusioni principali:

  • chi dimostra grande empatia non ottiene buoni risultati in termini di soddisfazione del cliente (a maggior ragione se questo lavoro relazionale si protrae oltre i primi istanti della conversazione);
  • ai clienti non importa tanto la soluzione al problema, quanto il modo in cui ci si arriva!

Per spiegare questi risultati i ricercatori hanno attinto a quegli studio sulla leadership che evidenziano una proporzionalità inversa tra la percezione del calore e quella della competenza: se l’operatore esprime molto calore, il cliente lo percepisce come meno competente.

Dire cose come “mi dispiace, è capitato anche a ….” Induce nel cliente la sensazione di non essere preso sul serio.

Non basta chiedere “scusa”. Bisogna capire a fondo il problema ed essere in grado di elaborare diverse tipologie di risoluzione di esso.

I risultati saranno sicuramente migliori.

…Cosa ne pensate al riguardo? Siete d’accordo con la teoria di Singh? Provare per credere!


Sabrina Tabacchi

Condividi!

Valutazione del potenziale dell'individuo
Assessment
NELLA VALUTAZIONE NON VI È NÉ VITTORIA NÉ SCONFITTA, MA CRESCITA PERSONALE
Le fasi del servizio
Scopri di più
Anche tu sei interessato a conoscerci?
Parla con loro!

Silvia Aprosio

Amedeo Campagna

Le nostre iniziative

Quick Evolution

Quick Evolution è un’iniziativa che ti offre l’opportunità di comprendere meglio e in breve tempo alcuni concetti chiave utili a lavorare più efficacemente, con maggior consapevolezza e risultati!

Guido DeCarli

Guido DeCarli Coach è un'iniziativa del nostro Direttore, nonché Business & Executive Coach. Un punto d’incontro virtuale dove parlare di economia, business, management, gestione delle risorse umane, lavoro, coaching.

Shaoness

Shaoness è un metodo originale che applica concetti e strumenti della cultura Shaolin ai bisogni specifici di organizzazioni dinamiche e persone determinate.

Moving Minds

Ritrova l'equilibrio tra il tuo corpo, la tua mente e il tuo spirito. Abbandona le cattive abitudini. Cambia la tua vita in piccoli passi. Con Moving Minds è facile!